Domani si inaugura la IX edizione

La sintesi della IX edizione del premio internazionale Iside è che l’arte, già portatrice di bellezza, diffonde, adesso, aneliti di speranza e invita ad un nuovo Risorgimento Esistenziale. Ben 93 artisti di varie espressioni danno attraverso le loro opere il contributo per grandi universali da condividere e condivisibili, con questa nota del presidente del premio internazionale Iside Maurizio Caso Panza, introduce la IX edizione del premio.

La sede espositiva della manifestazione sarà la bella Procida (capitale della cultura 2022), presso lo storico Albergo La Vigna, Via Principessa Margherita, 46, dal 10 al 17 ottobre p.v. .

Gli artisti per le arti visive sono: “Paola Abbondi, Sandra Andreetta, Rosalba Ascione, Giuseppe Battinelli, Mariella Bellantone, Luisa Bergamini, Emilio Bilotta, Daria Bollo, Giuliana Borgonovo, Alessandro Borrelli, Laura Bruno, Michele Caltagirone, Paola Capriotti, Iula Carcieri, Concetta Carleo, Serena Casali, Orazio Casbarra, Slobodanka Ciric, Maria Comparone, Sandro Cordova, Micky Daquino, Raffaella Del Santo, Emilia della Vecchia, Gaetano Di Donna, Serena D’Onofrio, Elefante Carmine, Vittorio Fumasi, Cesare Garuti, Erminia Guarino, Izzo Giovanni,Elbegzaya Khaltar, Francesco Loliva, Carmine Carlo Maffei, Salvatore Malvasi SMAL, Mila Maraniello, Emidio Mastrangioli, Emanuele Matassa, Giulio Matassa, Davide Mirabella, Lucio Monaco, Munkhtulga Munkhzaya, Ochirerdene Munkhzaya, Josefina Nucci Howell, Cosimino Panza, Anna Pastore, Michele Pezzella, Fernando Pisacane, Marinella Pompeo, Nicola Porta, Dino Vincenzo Patroni, Antonio Punzo, Alessandro Rillo, Enrique Ringa, Danilo Rizzi, Angelo Rosato, Maria Assunta Sarno, Giovanni Saviano, Maria Antonietta Scala, Linda Schipani, Giannino Scorzato, Marilisa Serpico, Elia Severino, Ketty Siani, Stefania Siani, Francesca Spoto, Luz Dary Suarez, Elia Tamigi, Maria Grazia Tomei, Generoso Vella, Alfredo Verdile, Sonia Vinaccia”.

Gli artisti per le arti letterarie sono: “Graziella Bergantino, Antonella Fusco, Monia Gaita , Antonietta Gnerre , Elham Hamedi, Rito Mazzarelli, Manuela Minelli, Maria Grazia Palazzo, Silvana Pesola , Annamaria Pianese, Irene Sabetta, Raffaele Urraro, Mara Venuto, Giuseppe Vetromile, Mario Volpe”. Gli stessi saranno coordinati dalla poetessa Rita Pacilio che rappresenterà il Bene e la Bellezza quali valori umani e sociali.

L’organizzazione è composta dal Presidente Maurizio Caso Panza, dal Direttore Artistico Ferdinando Longobardi, dal Diretto Critico Antonella Nigro, dal Presidente della Giuria Giovanni Cardone, dalla giuria, Laura Bruno, Emilia Della Vecchia, Salvatore Malvasi (Smal) cura e allestimento Nicola Porta. Ospite d’onore il Critico d’Arte e storico prof. Giorgio Grasso, già curatore di padiglioni alla Biennale di Venezia e che presenterà un libro catalogo su Dante. La manifestazione ringrazia lo sponsor l’azienda Boero spa, il Comune di Procida.

Il programma che è scaricabile in formato pdf dal sito www.premioiside.co

Buon Ferragosto

Il Ferragosto è certamente la giornata simbolo dell’estate, dello svago, del non lavoro e così ho deciso di fare gli auguri di un buon Ferragosto dal posto più caldo d’Europa, Floridia in provincia di Siracusa. Luogo che conosco molto bene per averci lavorato numerosi anni.

Stop alle adesioni

Come ogni edizione anche stavolta le adesioni al premio internazionale Iside sono state numerosissime per cui, ci sentiamo in dovere di comunicare agli artisti che fermiamo ogni adesione. Le opere sono di grande fascino e dimostrano un fervente clima artistico di sicuro interesse.

Deadline 05 Agosto

A seguito del rilevante numero di contatti e delle necessità di gestire le adesioni, i termini per poter partecipare sono stati procastinati al 5 agosto prossimo. Il premio internazionale Iside anche in questa IX edizione conferma il suo grande appeal dell’arte contemporanea in quanto da sempre vicina agli artisti e costantemente alla ricerca di nuovi target espositivi. Rendere l’arte fruibile è certamente la mission che Iside Prize ha avuto dal suo nascere e con la collocazione della IX edizione in Procida, quale capitale della Cultura Italia 2022, si accellera il processo di diffusione dell’arte.

#donazionesangue

Stiamo lanciando un appello per stimolare la donazione del sangue ed affinchè chi è nelle condizioni di farlo, non faccia finta di nulla.
Donare il sangue è un gesto che aiuta chi ha bisogno ma sopratutto lasocietà intera perchè consente di studiare gli anticorpi perchè mai come in questo momento abbiamo bisogno di studi e di ricerca.
Il premio internazionale Iside ha coinvolto numerosi artisti nel progetto ma vuole coinvolgere anche altri sensibilizzando la necessità che donare risponde ad un grande senso di responsabilità.

Note di bellezza…

a cura del Direttore Critico prof. Antonella Nigro

 “La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori”. (Alda Merini)La bellezza non può essere interrogata: regna per diritto divino”. (Oscar Wilde)

 “La bellezza cammina fra di noi come una giovane madre quasi intimidita dalla propria gloria. La bellezza è una forza che incute paura come la tempesta scuote al di sotto e al di sopra di noi la terra e il cielo. La bellezza è fatta di delicati sussurri parla dentro al nostro spirito la sua voce cede ai nostri silenzi come una fievole luce che trema per paura dell’ombra. La bellezza grida tra le montagne tra un battito d’ali e un ruggito di leoni. La bellezza sorge da oriente con l’alba si sporge sulla terra dalle finestre del tramonto arriva sulle colline con la primavera danza con le foglie d’autunno e con un soffio di neve tra i capelli. La bellezza non è un bisogno ma un’estasi, non è una bocca assetata né una mano vuota protesa in avanti ma piuttosto ha un cuore infuocato e un’anima incantata. Non è la linfa della corteccia rugosa né un’ala attaccata a un artiglio. La bellezza è un giardino sempre in fiore e una schiera d’angeli sempre in volo. La bellezza è la vita quando la vita si rivela. La bellezza è l’eternità che si contempla allo specchio e noi siamo l’eternità e lo specchio.” (Kahlil Gibran)

Il dolore passa, la bellezza resta

Ho voluto iniziare questo breve articolo con l’espressione che è stata usata da Renoir e che poi è stata anche evidentemente posta a fondamento della sua ricerca e della realizzazione delle sue opere che per questo potremmo definire tendenti al bello.

È infatti il bello o la bellezza che ricercano gli artisti ed il suo valore di ricerca vive fra il soggettivo ed allo stesso modo l’oggettivo perché se da un lato è facile definire ciò che è bello per un solo soggetto dall’altro è difficile definire i canoni della bellezza universale. Quella bellezza in grado di attraversare i secoli, condizionare le coscienze, parlare quel linguaggio definibile eterno di fronte al quale il cervello umano attiva dei meccanismi di benessere rilasciando le endorfine del piacere. Ma cosa sono le endorfine? Le endorfine sono delle sostanze prodotte dal cervello nel lobo anteriore dell’ipofisi. Vengono classificate come neurotrasmettitori ed hanno proprietà analgesiche che le rendono più potenti persino della morfina. Del resto il termine endorfine significa “morfine endogene”, cioè morfine prodotte dal nostro organismo. Una forte emozione o un allenamento intenso possono provocare il rilascio di endorfine, ritornando al nostro discorso: “il dolore passa e la bellezza” resta e diventa piacere.

La bellezza è Procida

Il concetto del bello ancorché di difficile rappresentazione è sempre personale ma poi accade di trovarsi in luoghi come Procida dove il dubbio non esiste più.