Il dolore passa, la bellezza resta

Ho voluto iniziare questo breve articolo con l’espressione che è stata usata da Renoir e che poi è stata anche evidentemente posta a fondamento della sua ricerca e della realizzazione delle sue opere che per questo potremmo definire tendenti al bello.

È infatti il bello o la bellezza che ricercano gli artisti ed il suo valore di ricerca vive fra il soggettivo ed allo stesso modo l’oggettivo perché se da un lato è facile definire ciò che è bello per un solo soggetto dall’altro è difficile definire i canoni della bellezza universale. Quella bellezza in grado di attraversare i secoli, condizionare le coscienze, parlare quel linguaggio definibile eterno di fronte al quale il cervello umano attiva dei meccanismi di benessere rilasciando le endorfine del piacere. Ma cosa sono le endorfine? Le endorfine sono delle sostanze prodotte dal cervello nel lobo anteriore dell’ipofisi. Vengono classificate come neurotrasmettitori ed hanno proprietà analgesiche che le rendono più potenti persino della morfina. Del resto il termine endorfine significa “morfine endogene”, cioè morfine prodotte dal nostro organismo. Una forte emozione o un allenamento intenso possono provocare il rilascio di endorfine, ritornando al nostro discorso: “il dolore passa e la bellezza” resta e diventa piacere.

admin

admin ha scritto 53 articoli

Navigazione articoli